Ecco come sfuggire alla trappola dello spam

Ecco come sfuggire alla trappola dello spam

94% utile (14/15)

Tipps gegen Spam.jpg

Un tempo, le e-mail di spam erano riconoscibili perché contenevano molti errori grammaticali. Oggi invece, questo non succede praticamente più. Al contrario: i mittenti di spam utilizzano nomi di importanti aziende imitandone anche l’impaginazione dell’e-mail. Con i consigli riportati di seguito potrete proteggervi ancora meglio dallo spam.

 

Scegli con cura l’indirizzo e-mail

I mittenti di spam scandagliano internet in modo mirato per trovare indirizzi e-mail. Per farlo, utilizzano programmi che cercano tutte le combinazioni di indirizzi brevi (ad es. xyz@bluewin.ch). Un indirizzo e-mail composto da nome.cognome@bluewin.ch assicura quindi maggiore sicurezza. Ma anche in questo caso non si è protetti al 100%: combinando i nomi più comuni, infatti, il mittente di spam ha una buona percentuale di riuscita nell’indovinare indirizzi e-mail veri. In questo caso è raccomandabile, ad esempio, includere nell’indirizzo e-mail la prima lettera del proprio secondo nome.

 

Utilizza diversi indirizzi e-mail

Per ridurre lo spam nella posta in arrivo, può essere utile sfruttare due indirizzi e-mail diversi: uno per i conoscenti, e un altro per giochi a premi, forum e acquisti online. Per servizi che vengono utilizzati una volta sola si consiglia invece di creare un indirizzo temporaneo (ad es. sul sito https://freeinbox.email/).

 

Segnala lo spam al provider

Grandi operatori come ad es. Bluewin filtrano le e-mail dei propri utenti per eliminarne lo spam. Il provider infatti controlla sistematicamente tutte le e-mail ricevute e inviate per verificare se presentano caratteristiche tipiche della posta indesiderata (ad es. contenuti segnalati come indesiderati dal destinatario). Le e-mail con caratteristiche sospette finiscono automaticamente nella cartella spam. Se però continuano ad arrivarne, queste vanno contrassegnate come spam.

 

Verifica le e-mail prima di aprirle

Per non finire nella trappola dello spam si dovrebbe controllare ogni e-mail prima di aprirla:

- Il nome del mittente e il suo indirizzo e-mail ti sono noti?

- L’oggetto ha senso?

- Aspetto allegati da questo mittente?

Se da questi tre punti non emerge un quadro coerente, l’e-mail va contrassegnata come spam e successivamente eliminata. In questo modo, si protegge non solo se stessi, ma anche gli altri utenti. Infatti, se diversi utenti segnalano un’e-mail come spam, in futuro questa finirà nella casella spam per tutti. È fondamentale inoltre non aprire mai link o allegati di un’e-mail sospetta. Così facendo, non succederà nulla né a te, né ai tuoi dati, né al tuo computer.

 

 

Se le tue e-mail vengono considerate come spam...

 

Le tue e-mail finiscono per errore nella cartella spam o non vengono proprio recapitate? Ciò avviene perché vengono considerate potenziale spam a causa del loro contenuto.

> A tal fine, verifica il contenuto della tua e-mail.

 

Questo articolo è stato utile? No
Collaboratori